SantarosaConcaFestival 2015 – Premio Letterario – III edizione – 21 Agosto 2015

posted in: News | 0

Comune di Conca dei Marini

"SantarosaConcaFestival"

Premio Letterario – III edizione – 21 Agosto, anno 2015

Comunicato Stampa n° 1

La terza edizione del Premio letterario SantaRosaConcaFestival, indetto dall’Amministrazione Comunale di Conca dei Marini, dalla Pro Loco e dall’Associazione Aloe, premia un’importante figura femminile del mondo del teatro. La vincitrice del Premio, assegnato per la sua scrittura dedita alle scene è Laura Curino, autrice e attrice piemontese, nota a livello nazionale.

L’ospite, che si aggiunge alla scrittrice Valeria Palumbo e a Padre Enzo Fortunato, vincitori delle scorse edizioni, riceverà il riconoscimento dal Sindaco di Conca dei Marini, Gaetano Frate e sarà l’ospite d’onore della serata di premiazione della terza edizione del concorso “Sfoglia…Conca. Racconti di dolcezza”, che si terrà a Conca dei Marini, in Costa d’Amalfi (Sa), sul sagrato della Chiesa di San Pancrazio, il 21 Agosto 2015, a partire dalle 21.

Motivazione del Premio

Il Premio Letterario Santarosa Conca Festival viene assegnato, per l’edizione 2015, a Laura Curino, con la seguente motivazione:

Nella sua articolata e ricca esperienza di autrice teatrale, Laura Curino ha saputo esplorare la scrittura per le scene in modo innovativo e originale, senza mai tradire lo spirito e il fascino del linguaggio teatrale. È tra gli antesignani del genere della narrazione, che ha avuto grande fortuna negli ultimi anni, portando la modalità del racconto sulle scene. Versatile, esplora i grandi classici della letteratura teatrale ma indaga anche storie del presente o del passato recente. Ha raccontato il lavoro e l’operosità industriale della sua Torino trasformandola in una saga epica. Affabulatrice e carismatica porta in scena le sue storie e affascina un folto pubblico.

 

La serata vedrà anche la premiazione dei migliori racconti pervenuti. Una giuria di qualità presieduta dal giornalista salernitano Peppe Iannicelli e coordinata da Sara Cerrato, ha assegnato premi per i racconti che hanno trattato con fantasia e creatività il tema dato. Quest’anno, lo spunto narrativo scelto è: “Il ricordo: dolce come il miele, agro come il limone, seducente come il cioccolato”. Un contributo letterario alla tradizione più dolce in Costiera Amalfitana.

Di seguito ecco qualche dato biografico sulla vincitrice LAURA CURINO

Chi è Laura Curino

laura curino

Attrice e autrice torinese tra i maggiori interpreti del teatro di narrazione, Laura Curino  alterna nel suo repertorio testi di nuova drammaturgia e classici. 

 Nel 2014 ha partecipato allo spettacolo La metamorfosi dal racconto di Kafka per la regia di Luca Micheletti prodotto da Ctb ed Ert.  Ha inoltre realizzato il recital La solitudine del premio Nobel con testo di Massimiano Bucchi e partecipato al reading Il tempo senza lavoro  con Massimo Cirri e Marcello Fera.  Ha poi scritto e interpretato il monologo “LA DIVA DELLA SCALA” prodotto da Associazione Muse.

Nel 2015 è Ljuba ne Il Giardino dei Ciliegi per la regia di Corrado d’Elia prodotto da  Il Contato di Ivrea, nonché autrice ed attrice dello spettacolo Santa Impresa  sui santi sociali dell’ottocento a Torino, per la regia di Simore Derai ed assieme ad Anagoor e Lucio Diana, prodotto da Teatro Stabile di Torino.

Nella stagione 2015-2016 sarà inoltre autrice dello spettacolo Bella e Fiera per il Piccolo Teatro di Milano che narrerà la storia della Fiera di Milano ed attrice nel ruolo co-protagonista di Annie nello spettacolo Calendar Girls per Agidi/Enfi Teatro.

 

Tra i fondatori della compagnia Laboratorio Teatro Settimo, ha partecipato come autrice ed attrice alla creazione di  tutti gli spettacoli del gruppo, per la regia di Gabriele Vacis. Tra questi spettacoli vanno ricordati:

Esercizi sulla tavola di Mendeleev 1984,Elementi di struttura del sentimento 1985 da “Le affinita’ elettive” di Goethe,  Nel tempo tra le guerre 1988 ispirato all’opera di Garcia Marquez, Guimaraes Rosa e Borges, Istinto  occidentale 1988 dedicato a “Tenera è la notte” di Scott Fitzgerald, La storia di Romeo e Giulietta 1990 da Shakespeare, Affinita  1992, da  ”Le affinità elettive” di Goethe, Villeggiatura, smanie, avventure e ritorno 1993, dalla Trilogia goldoniana,Canto per Torino 1995, Canto per le citta 1996,Adriano Olivetti 1998 Trasmesso da Rai2 Palcoscenico nel 2001, Stabat mater 1989. Spettacoli che hanno ricevuto diversi primi Ubu ed altri riconoscimenti in Italia ed all’estero.  Sempre con Teatro Settimo ha realizzato i primi monologhi: Passione 1993, tradotto e rappresentato anche in inglese Camillo Olivetti: alle radici di un sogno 1997 trasmesso su Rai2 Palcoscenico 1998. Tradotto e rappresentato in francese e inglese Dal 1999 ad oggi ha collaborato con il Teatro Stabile di Torino partecipando agli spettacoli: Fenicie 2000, coproduzione Teatro Settimo, Macbeth concerto 2001,Zio Vanja di Cechov 2009 tutti con la regia di G.Vacis ed i monologhi:  Geografie 1999, giro del mondo attraverso i sensi. In collaborazione con Michela Marelli L’età dell’oro 2002, regia di Serena Sinigaglia Una stanza tutta per me 2005 da Virginia Woolf, regia di Claudia Sorace Le designer, pioniere di stile 2008 storia delle proto designer torinesi, regia di R. Tarasco Il signore del cane nero 2010 regia di G. Vacis, sulle vicende di Enrico Mattei Malapolvere 2012, sulla tragedia dell’Eternit di Casale Monferrato, premio ANMIL 2012

  Con Muse ha creato: Telai 2005 di Luca Scarlini Santa Bàrbera 2008 regia di R. Tarasco, in collaborazione col Teatro Donizetti di Bergamo Il Senato delle Donne 2011 con la Fondazione Palazzo Madama di Torino

 Ha inoltre partecipato ad altre produzioni, tra cui: Cori 1999, in collaborazione con ETI Il pranzo di Babette 2002 di Karen Blixen regia di Mirko Artuso, prodotto da La Piccionaia Il sorriso di Daphne 2005, di Vittorio Franceschi, regia di Alessandro D’Alatri, prodotto da Nuova Scena-Arena del Sole La magnifica intrapresa 2007 di Paolo Malvinni, regia di Titino Carrara, prodotto da La Piccionaia Viaggiatori di pianura 2008 di G. Vacis e Natalino Balasso, prodotto da Teatro Stabile Torino e Teatro Regionale Alessandrino Caffè 2008 in collaborazione con Illy Scintille 2012 di Laura Sicignano, produzione Teatro Cargo Genova

Dal 2006 collabora con il Piccolo Teatro di Milano con il quale ha creato: Il signore del cane nero  2006 spettacolo/evento con Lucia Annunziata, riallestito nel 2012 con Mattia Fabris, regia di Cristina Pezzoli Ed inoltre: Mani grandi… senza fine 2011 sul design nella Milano del dopoguerra Miracoli a Milano 2012, per i 150 anni dalla fondazione del Politecnico di Milano Shakespeare, Streghe, ribelli ed altre passioni 2013, tutti e tre in collaborazione con L. Diana  Tiene corsi, laboratori teatrali e seminari di drammaturgia presso i teatri, le associazioni in tutta Italia ed all’estero e le Università, (Bologna, Milano e Napoli).  Collabora con lo psicologo del lavoro Roberto Grandis e la societa’ di formazione Empatheia  per la quale ha scritto diversi lavori di teatro-formazione.  Ha partecipato a  trasmissioni radiofoniche e televisive e ad alcuni film per la televisione e il cinema.  Dei suoi testi sono stati pubblicati:  “Passione”, “Camillo Olivetti: alle radici di un sogno”, “Adriano”, “L’età dell’oro”, “Una stanza tutta per me”, “Mani grandi senza fine”, “Malapolvere”.  Nel 1993 vince il premio “Milano ’90 – Il contemporaneo” come migliore attrice ed autrice giovane e il premio “Napoli Tassello D’argento” come migliore attrice per lo spettacolo La storia di Romeo e Giulietta.  Nel 1998 riceve dall’ANCT (Associazione Nazionale dei critici di teatro) il premio della critica come migliore attrice. Nel 2003 vince il premio Hystrio per la drammaturgia.