Giuseppe Manilia vince la 4a edizione del Concorso Gastronomico Nazionale “SantarosaConcaFestival”!

posted in: News | 0

Si è conclusa con grande successo il SantarosaConcaFestival 2015, il concorso gastronomico dedicato alla sfogliatella giunto alla 4a edizione, che segna l’inizio della kemesse che proseguirà fino ad agosto a Conca dei Marini, il paese della costiera amalfitana dichiarato dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità.

Sabato 6 giugno, nella splendida location dell’Hotel Conca Azzurra di Salvatore Criscuolo, i finalisti scelti tra pasticcieri di tutta Italia, si sono cimentati in una sfida all’ultima sfogliatella, rivisitando questo dolce tipico campano, nato nel 1700 proprio a Conca dei Marini.

A decretare il vincitore, Giuseppe Manilia, è stata una giuria di qualità presieduta da Sal De Riso, uno dei pasticcieri più famosi d’Italia e noto personaggio televisivo. Insieme a lui c’erano: Francesco Boccia, campione del mondo di pasticceria, Giuseppe Buonocore, comunicazione food & beverage del Gambero Rosso, Loretta Fanella, una delle pasticciere più innovative d’Italia, e autrice del libro “Oltre”, Nicola Panza, dell’omonima pasticceria storica di Amalfi, Francesco Reder, fiduciario AIBES Campania, Ivan Stankovic, bar manager del Monastero Santorosa di Conca dei Marini e Francesca Topi, responsabile Alice TV.

Premio speciale assegnato dalla giuria a Francesco Guida, che si è piazzato al secondo posto, mentre al terzo si è classificato Giovanni De Vivo.

In gara quest’anno, per la prima volta anche i barman di tutta Italia. Tra loro ha trionfato Salvatore Scamardella con il suo cocktail “Open your mind”.

Una giornata all’insegna del gusto, che si è degnamente conclusa in riva al mare con la cerimonia presentata da Chiara Giallonardo, conduttrice Rai di Linea Verde Orizzonti. Ai riconoscimenti per i vincitori della gara si è aggiunto il premio speciale “Sfoglia… Conca. Racconti di dolcezza”, assegnato alla pasticciera Loretta Fanella per il libro “Oltre”.

Dopo la cerimonia, la Marina di Conca si è animata sulle note della musica popolare de Le Ninfe della Tammorra. In riva al mare, al chiaro di luna, in un clima di festa, i vincitori, la giuria, i giornalisti e lo staff della manifestazione, hanno cenato insieme presso il Ristorante La Tonnarella, il giusto epilogo di una giornata all’insegna del sapore.

Il tema scelto per la 4a edizione della pastry cup è: “La Santarosa…in rosa!”.

Lo spunto nasce dal ricordo di un aneddoto raccontato tanti anni fa dal vecchio proprietario del Monastero Santarosa, Pierluigi Caterina. Si narra che alle suore di clausura che abitavano il monastero fosse severamente vietato avere contatti con il mondo esterno, ma il caso volle che proprio il muro in prossimità della cucina del convento presentasse una piccola fenditura che permise ad una monaca di istaurare un contatto umano con un contadino che lavorava la terra del convento.

Questa crepa veniva coperta e nascosta dalla suora con un’immagine sacra, e accortamente rimossa ogni qualvolta la monaca sapeva di incontrare il contadino, al quale donava, attraverso la piccola fessura, un pezzo di pane, preziosissimo agli occhi e alla pancia dell’uomo. Un giorno, però, la suora invece di passare il solito pane al contadino, gli donò un pezzo del nuovo dolce che lei stessa aveva inventato. Il giorno dopo, in riposta nella fenditura la monaca poté ammirare una bellissima rosa… Che sia proprio questo episodio ad aver dato il nome alla Sfogliatella Santarosa?